Neuralink Elon Musk

Elon Musk è pronto a svelare il lavoro compiuto da Neuralink, azienda che sta lavorando a un chip da impiantare nel cervello e con cui gestire un’interfaccia cerebro-macchina (BMI), L’evento in cui verranno presentate tutte le novità sarà trasmesso su YouTube il 28 agosto alle 3pm/PT, ovvero mezzanotte ora italiana.

Chip neurale per controllare il cervello

Era il 2019 quando Musk svelò al mondo l’effettiva tecnologia dietro a questo progetto. L’idea è quella di impiantare nel cervello umano elettrodi filiformi dal diametro di circa 4–6 micron, circa un terzo di un capello. Questi elettrodi dovrebbero essere collegati a un dispositivo esterno con processore neurale Neuralink ASIC posizionato nella parte posteriore dell’orecchio, il cui compito è quello di trasferire segnali cerebrali sia in ingresso che in uscita. Proprio uno degli aspetti più complessi di questo progetto è quello relativo all‘elaborazione di grandi volumi di dati e l’utilizzo dell’intelligenza artificiale per l’interpretazione e la creazione di modelli ad-hoc per la gestione del cervello.

Tutto ciò, nel piano originale, aveva come obiettivo quello di aiutare persone con compromissioni al midollo spinale e limitazioni alla capacità di movimento. Tuttavia, il team di Neuralink si sta spingendo oltre. Il desiderio è quello di creare una tecnologia che possa essere sfruttata da persone sane per gestire stati d’animo, alleviare ansia, stress e tensione emotiva.

Primi test Neuralink in cantiere

Elon Musk desidera , quindi, migliorare in senso generale il cervello umano, così da potenziale il ragionamento e fornire benefici ad ampio spettro. Un progetto che sembra fantascienza, anche se dai test effettuati su primati sono emersi risultati positivi. Ad esempio, una scimmia che è stata in grao di controllare un computer con il suo cervello.

Oltre all’evento del 28 agosto, Neuralink ha già in programma i primi test clinici a partire dall’ultimo quarto del 2020. Quindi, ciò che Musk svelerà al mondo potrebbe essere una versione alpha con vestibilità esterna e funzionalità ridotte .