Ajax Fibra

Il 2 dicembre si è tenuto il terzo Ajax Special Event. L’azienda ha mostrato diversi nuovi prodotti che vanno ad aggiungersi al sistema di sicurezza wireless e ha presentato la propria tecnologia cablata, Fibra, con la linea di prodotti che porta lo stesso nome. Alla presentazione la squadra Ajax Systems ha mostrato il primo pannello di controllo ibrido firmato Ajax, le nuove versioni dell’hub che supportano la connessione 4G e alcuni prodotti per i mercati locali.

Ajax Fibra, nuovo collegamento nell’ecosistema Ajax

Una delle principali richieste avanzate dall’industria della sicurezza era quella di un sistema ibrido: combinare cavi e segnale radio permette di coprire impianti grandi e complessi. I tecnici Ajax si sono concentrati su una tecnologia che garantisse la stessa esperienza utente che offrono i sistemi wireless. Grazie alle competenze acquisite a partire dal 2011 è nata Fibra.

 

La nuova linea di prodotti cablati Fibra ha ereditato tutti i vantaggi della linea di prodotti wireless Jeweller. Una linea fino a 2000 metri può coprire anche edifici a più piani e il consumo energetico è 100 volte inferiore alla media dei rilevatori cablati digitali presenti sul mercato. Come per i dispositivi Jeweller, la trasmissione dei dati con Fibra è criptata, il sistema ha una tecnologia antisabotaggio, i dispositivi si montano velocemente e si controllano tramite smartphone.

La centrale per la nuova linea è Hub Hybrid, che rappresenta una sinergia tra tecnologia cablata e wireless. Al suo primo lancio Fibra presenta 9 dispositivi, che copiano quasi totalmente la linea wireless: MotionProtect, MotionProtect Plus, DoorProtect, DoorProtect Plus, GlassProtect, CombiProtect, KeyPad, HomeSiren, StreetSiren.

Foto su richiesta: nuovo sviluppo di MotionCam

Ajax MotionCam Indoor e Outdoor

Per evitare agli utenti Ajax inutili preoccupazioni con un clic, i rilevatori della serie MotionCam e MotionCam Outdoor supportano la funzione foto su richiesta. Nonostante questo, riservatezza e privacy non verranno violate: potranno richiedere le foto solo gli utenti del sistema autorizzati a farlo. Le impostazioni della privacy possono essere configurate nel menu dell’hub: Privacy. Sul mercato saranno così disponibili sia rilevatori con la funzione foto su richiesta che senza.

Hub 2: la nuova versione con modem 4G

Ajax Hub 2G e 4G

Internet ad alta velocità arriva in modo diverso di regione in regione. Pertanto, per garantire la sicurezza di tutti gli utenti indipendentemente dalla rete, Ajax Systems propone Hub 2 in due versioni: Hub 2 (2G) e Hub 2 (4G). Alla versione della centrale con modem 2G se ne aggiunge una nuova con un modem più avanzato che supporta le reti 2G, 3G e 4G (LTE). Gli utenti Ajax potranno scegliere l’hub che si adatta meglio alle esigenze della loro zona considerando quali reti sono disponibili.

ReX 2: supporto della foto-verifica e connessione tramite Ethernet

Ajax Rex 2

Il nuovo ReX 2 non solo rafforza la copertura del segnale ma può anche regolare il segnale autonomamente. Non importa quanti siano i dispositivi connessi tramite ReX 2 (cinque, dieci o cento), i loro moduli radio si sintonizzano automaticamente per avere un consumo energetico ottimale. Quattro antenne integrate, due moduli radio indipendenti rafforzano la copertura radio di ReX 2 con i dispositivi wireless Ajax, inclusi i rilevatori MotionCam. Indipendentemente dallo spessore e dal tipo di pareti della zona da proteggere, gli allarmi vengono trasmessi all’istante e la prima foto viene consegnata da MotionCam in 13 secondi.

vhfBridge: consegna immediata degli allarmi senza Internet

VHFBridge Ajax

Per i sistemi di sicurezza è fondamentale essere sempre connessi, resistere alle interruzioni di Internet e trasmettere regolarmente il segnale in caso di pericolo. Per garantire questo, Ajax Systems ha sviluppato vhfBridge: un modulo che fornisce all’hub un ulteriore canale di comunicazione con una centrale di ricezione allarmi. In caso di allarme l’evento si trasmette a catena: dall’hub al modulo vhfBridge tramite canale radio Jeweller, dal modulo a un trasmettitore radio di terze parti e infine a una centrale ricezione allarmi. E tutto avviene in un istante. Questo permette di usare il sistema Ajax in città con una connessione internet scarsa, in montagna, in riserve naturali o zone desertiche.

MultiTransmitter: modulo di integrazione dei rilevatori cablati con supporto 2/3EOL

Multitransmitter Ajax

In risposta alle richieste dei professionisti del settore, il modulo di integrazione MultiTransmitter avrà il supporto per il collegamento di rilevatori con due e tre resistori. In altre parole, il modulo di integrazione sarà in grado di distinguere più tipologie di eventi del rilevatore cablato connesso. Questo darà più flessibilità in caso di rinnovo degli allarmi con più zone negli impianti commerciali e aumenterà la quantità di rilevatori combinabili.

Infine, quest’anno, hanno guardato la presentazione partner e utenti da più di 150 paesi del mondo. L’evento online è stato trasmesso direttamente con un doppiaggio in 14 lingue: ucraino, inglese, russo, spagnolo, italiano, francese, tedesco, olandese, polacco, portoghese, rumeno, turco, arabo e greco.

Articolo precedenteFesta dei single, come partecipare al Black Friday cinese
Prossimo articoloAmazon partecipa all’iniziativa Bonus Cultura 2022