Deve ancora essere presentato ufficialmente (il lancio è previsto per il prossimo 26 marzo), ma Huawei P30 già fa discutere. E soprattutto delude un po’. I primi benchmark effettuati da quelli di Geekbench sono finiti in Rete, e a quanto pare il nuovo smartphone della casa cinese del produttore cinese è lontano dagli antagonisti Samsung Galaxy S10+ e iPhone XS Max. In fatto di prestazioni, si intende.

Test benchmark Huawei P30 Pro

I test di Geekbench parlano di Huawei P30 Pro, quindi la versione più evoluta del prossimo P30. E vediamo cosa dicono. In fatto di multi-core, il P30 Pro di Huawei ha totalizzato 9,670 punti. Sul test single-core, invece, i punti sono stati 3.251. I risultati arrivano dal device con a bordo chip Kirin 980 octa-core e con 8 giga di RAM. I risultati sono buoni, ma non buonissimi. Almeno a giudicare da quelli della concorrenza. Il Samsung Galaxy S10+, infatti, ha ottenuto punteggi più alti in tutti i test: 11mila punti sul test multi-core e 3.500 punti sul single-core. Stessa cosa per iPhone XS Max di Apple: anche qui 11mila punti per il test multi-core, e 4.800 nel single core.

Huawei-P30-Pro-benchmark

Certo, siamo ai dettagli. Siamo davanti a differenze di prestazioni il più delle volte impercettibili. Ma sulla carta questo Huawei P30 Pro parte in svantaggio rispetto ai rivali di Samsung e Apple. E chissà che questo non possa influire sulla scelta degli utenti. Anche perché sui prezzi, come dimostrato negli ultimi anni, Huawei si è ormai allineata ai competitor più cari, dopo i primi tempi in cui ha spinto sulla convenienza.