iPhone vietato in Cina Apple Qualcomm tribunale

Un tribunale cinese ha vietato l’importazione di iPhone in Cina. Il motivo di questa decisione è dovuto al fatto che Apple avrebbe violato due brevetti di proprietà di Qualcomm.

La guerra legale tra Qualcomm ed Apple in questione è iniziata a fine del 2017 quando il più grande fornitore di chip per telefoni cellulari depositò la sua causa in Cina per la violazione di due brevetti software.

Qualcomm ferma iPhone in Cina

iPhone Apple vs Qualcomm Cina importazione vietata

Il divieto deciso dal tribunale popolare intermedio di Fozhou riguarda la presunta violazione da parte di Cupertino di due brevetti di proprietà di Qualcomm. Quest’ultimi riguardano il ridimensionamento delle fotografie e la gestione delle app su uno schermo touch.

In particolar modo, la violazione riguarda i terminali che funzionavano con iOS 11 ovvero da iPhone 6s e iPhone X. Al tempo stesso, sono esclusi iPhone XS Max, iPhone XS e iPhone XR perché compatibili solo con iOS 12 e nessuna versione precedente.

Dopo il provvedimento del tribunale cinese, Apple ha rilasciato una dichiarazione ufficiale in cui viene sottolineato come lo “sforzo di Qualcomm è quello di vietare i prodotti dell’azienda di Cupertino ed è l’ennesima disperata mossa da parte di una società che è sotto indagine per le sue pratiche illegali

Non solo, Apple ha sottolineato come tutti i modelli di iPhone continuino a restare disponibili per i clienti in Cina e anche sul mercato locale la disponibilità effettiva di iPhone non sembra aver subito alcuna variazione da questa sentenza.

Sul fronte opposto, Qualcomm ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Apple continua a beneficiare della nostra proprietà intellettuale senza volerci compensare. L’ordine della corte è un’ulteriore conferma della forza del nostro portafoglio brevetti

Sicuramente, nei prossimi mesi, la vicenda legale tra Qualcomm e Apple sarà ancora al centro dell’attenzione nel mondo tecnologico. Come detto, l’attuale divieto di importazione e vendita relativo a 4 generazioni di iPhone non sembra aver portato a conseguenze immediate per le vendite del melafonino.