apple glass italia prezzo prosser

Sono passati alcuni anni dall’ultima volta che Apple ha rilasciato qualcosa di veramente innovativo. Certo, abbiamo visto tonnellate di telefoni, tablet, orologi connessi e tanto altro, ma ci piacerebbe vedere un prodotto davvero “nuovo” come il primo iPhone, iPad o Apple Watch.

Se si crede a ciò che si vede in giro, la Mela potrebbe prepararsi ad annunciare un gadget completamente nuovo, conosciuto col nome di Glass. Voci di occhiali del genere sono in circolazione da anni, ma ora il famoso leaker, Jon Prosser, ha pubblicato un video con dettagli sull’oggetto, dalle specifiche alla data di rilascio e al prezzo.

Prosser afferma di aver visto un prototipo degli Apple Glass, che è “pensato per apparire come un classico paio di occhiali”. Afferma che questi si doteranno di uno scanner LiDar, come quello trovato nell’ultimo iPad Pro, per offrire contenuti in AR. Entrambe le lenti potranno visualizzare informazioni attraverso un’interfaccia chiamata Starboard e saranno controllabili tramite gesti o toccando il riquadro che viene prodotto dinanzi alla visione.

Secondo Prosser, i Apple Glass avranno un costo di 499 dollari, il che li rende un prodotto sicuramente non per la massa, visto il settore non particolarmente concorrenziale. Tale prezzo sembra ancora più elevato considerando l’affermazione di Prosser secondo cui la maggior parte dell’elaborazione avverrà sull’iPhone dell’utente, rendendo Apple Glass più un accessorio che un prodotto autonomo.

Mentre le capacità di AR sembrano impressionanti, non possiamo fare a meno di chiederci se gli occhiali stessi siano davvero ciò di cui la gente ha bisogno. L’Apple Watch è già un dispositivo molto personale, ma è anche discreto. Se siamo lieti di sapere che Apple li sta progettando per far si che appaiano come veri occhiali, progettare un paio adatto a tutti sembra una sfida enorme, anche per il colosso americano.

E, naturalmente, chi può dimenticare il destino dei Google Glass? Rivelati con grande clamore nel 2012, gli occhiali sono stati ritirati nel 2015 a causa di problemi di privacy. Prosser afferma che la declinazione di Cupertino non contiene una fotocamera, per motivi di privacy, ma il fallimento di Google Glass ci dice sicuramente qualcosa sull’appetito del pubblico per orpelli del genere. E se Apple non vuole farci ricordare i Google Glass, perché allora chiamarli così?

Ma sicuramente potremmo essere smentiti. L’aspetto degli AirPods è stato deriso senza pietà prima del lancio ma ad oggi non possiamo che affermare come non solo siano gadget alla moda ma pure molto utili. Gli Apple Glass avrebbero tutta la forza comunicativa della Mela per diventare un prodotto di successo anche se servirà ancora del tempo, visto che non sono programmati per veder la luce prima del 2021.