huawei iphone

Huawei Technologies ha punito due dipendenti per aver utilizzato un iPhone per inviare gli auguri di Capodanno sull’account ufficiale dell’azienda. Cosa è successo? È presto detto. Huawei, i cui smartphone della serie P competono con l’iPhone di Apple, il giorno di Capodanno ha augurato ai follower un “Felice #2019” in un tweet contrassegnato con la dicitura “via Twitter per iPhone”.

Il tweet è stato rapidamente rimosso, ma gli screenshot dell’errore si sono diffusi sui social media.

In una nota interna di Huawei datata 3 gennaio riportata da Reuters, il vicepresidente senior aziendale e direttore del consiglio di amministrazione Chen Lifang ha detto, «l’incidente ha causato danni al marchio Huawei».

L’errore si è verificato quando Sapient, gestore esterno dei social media dell’azienda, ha avuto “problemi VPN” con un computer desktop, così ha utilizzato un iPhone con una carta SIM in roaming per inviare il messaggio di mezzanotte. Giova ricordare, infatti, che Twitter, al pari di altri servizi stranieri come Facebook e Google, è bloccato in Cina, dove Internet è fortemente censurato. Per ottenere l’accesso, gli utenti hanno bisogno di una connessione di rete privata virtuale (VPN). E questo è costato carissimo, stavolta, a Huawei.

Huawei, che ha superato Apple come secondo fornitore di smartphone al mondo per volume nel periodo gennaio-settembre, ha rifiutato di commentare le questioni interne quando è stata contattata da Reuters.

Il produttore cinese, da quanto emerso, ha degradato i due responsabili di questo tweet, riducendo i loro stipendi mensili di 5.000 yuan ($728,27). Inoltre, il direttore del marketing digitale di Huawei sarà congelata per 12 mesi. Segno evidente che la faccenda è stata presa veramente sul serio.