Firefox Monitor password
Firefox Monitor password

Il furto di password è una delle principali problematiche online. In particolar modo, ogni anno, tantissime password rubate vengono vendute online a cybercriminali e non solo.

Per avviare gli utenti in caso di password rubate, Mozilla ha annunciato il rilascio di Firefox Monitor. Si tratta di un servizio che sfrutta il database del sito web ufficiale Have I Been Pwned, al fine di verificare se la password sia stata o meno rubata durante un attacco informatico. Al tempo stesso, Mozilla offre consigli utili per la scelta e l’uso corretto delle credenziali di accesso.

Firefox Monitor è stato introdotto, in versione preliminare, durante la fine del mese di giugno, con l’obiettivo di far conoscere agli utenti le potenziali problematiche che si possono trovare in rete.

È prassi comune, infatti, quella di utilizzare le stesse password per accedere a siti differenti, con il rischio di perdere dati ed essere potenziale vittima di attacchi.

Firefox Monitor avvisa in caso di password rubata

Firefox Monitor password rubate

All’interno di Firefox Monitor, basta inserire l’indirizzo email per essere avvertiti sul potenziale furto di password collegate al nostro account. Non solo, Firefox Monitor permette di rimanere aggiornati sui futuri furti di dati cliccando sul pulsante Sign Up nella pagina dedicata.

Infine, al garantire il maggior livello di sicurezza possibile, Mozilla offre suggerimenti per creare password più sicure. Ad esempio, la password non deve essere utilizzata in più servizi web. Deve essere lunga e composta da lettere, maiuscole e minuscole, numeri e potenzialmente caratteri speciali. Nel caso in cui sia presente la possibilità di abilitare l’autenticazione a due fattori, Mozilla ricorda come quest’ultima garantisca un livello di sicurezza ancor più maggiore.

Non resta, quindi, che scoprire se la tua password sia stata o meno rubata. Per far ciò, entra all’interno di Firefox Monitor, cliccando qui, inserisci il tuo indirizzo email e poi premi sul pulsante Scan.

Articolo precedenteiPhone Xs Max meglio di iPhone Xs (per ora)
Prossimo articoloSu Google Maps arriva la pianificazione di gruppo. Ecco cos’è e come funziona