Oumuamua oggetto a forma di sigaro interstellare

Un recente studio riporta all’attenzione l’ipotesi alieni dietro a Oumuamua, oggetto spaziale dalla curiosa forma di sigaro che è entrato all’interno del sistema solare nell’ottobre del 2017. L’oggetto in sé possiede velocità e traiettoria anomali, che hanno scatenato l’immaginazione di milioni di persone e hanno portato alcuni esperti a formulare un’ipotesi molto interessante.

Non si tratterebbe né di una cometa, né di un asteroide. Oumaumua potrebbe essere un oggetto non identificato associato agli alieni. In un documento pubblicato da due astronomi del Harvard Smithsonian Center for Astrophysics si evidenzia l’ipotesi di un veicolo di origine aliena, inviato per esaminare la Terra.

Secondo gli studiosi vi sono alcuni elementi specifici che fanno propendere verso questa ipotesi.

Alieni inviati per esaminare la Terra

Oumuamua nave aliena interstellare

Lo studio presentato dai due astronomi è stato ripreso dal portale ArXiv. Il primo punto da cui parte l’analisi su Oumuamua è la velocità, pari a 315 mila chilometri orari, ovvero una velocità considerata eccessiva. Non solo, anche l’inusuale traiettoria dell’oggetto è soggetto di analisi approfondite. Oumuamua avrebbe, infatti, deviato dall’orbita kepleriana.

Queste anomalie stanno portando i due autori ad affermare che si tratterebbe di un corpo di origine artificiale descritto nel seguente modo: “Una sorta di sonda pienamente operativa intenzionalmente nelle vicinanze della Terra da una civiltà aliena.

Verità o fantascienza?

L’ipotesi presentata da Shmuel Bialy e Abraham Loeb ha destato clamore nella comunità scientifica. Infatti, entrambi gli astronomi ammettono come le prove non siano sufficienti per giungere a una netta conclusione.

Nel documento pubblicato, viene evidenziato come l’oggetto a forma di sigaro sia il primo oggetto mai rilevato nel Sistema Solare originato altrove, ovvero un oggetto interstellare. L’aspetto sembra essere quello di una vela solare dotata di tecnologia avanzata che potrebbe essere utilizzata per trasporti di carichi tra pianeti o stelle.

Tuttavia, all’interno del mondo accademico vi sono molteplici teorie dietro a Oumuamua. Secondo altre ipotesi, l’oggetto potrebbe essere anche una cometa extrasolare, formata da ghiaccio e rivestita da una crosta scura di materiale organico.