huawei nova 4 buco dissplay tv

Huawei Nova 4 è il primo smartphone col buco. Per quanto possa sembrare ironico, di fatto è così realmente. La casa cinese, infatti, lancia (ancora non sul mercato) un device che per la prima volta fa a meno di notch o cornici sul display, e utilizza un buco per incastonarci la fotocamera anteriore.

Una innovazione che anticipa quello che molto probabilmente sarà un nuovo trend nel mercato degli smartphone. Negli ultimi giorni, infatti, si era parlato molto dell’ipotesi “buco” relativamente a un nuovo telefono di Samsung in arrivo. Ma Huawei, con questo Nova 4, ha anticipato tutto.

Huawei e lo smartphone col buco

Lo smartphone è stato presentato in modo abbastanza inusuale, perché in realtà è comparso a sorpresa durante uno spettacolo televisivo. È molto probabile, allora, che la strategia di Huawei sia stata quella di accelerare il processo, mostrando in Tv questo smartphone ancora concept, per mettere le mani sulla paternità di questa nuova moda.

Huawei presenta lo smartphone col buco (e senza notch)

L’occasione televisiva è stata la festa di compleanno (diciottesimo) di Jackson Yee, nuova star della musica asiatico. Una mossa di marketing molto astuta, insomma, dato che le immagini che raffigurano il design col buco di questo Huawei Nova 4 sono rimbalzate velocemente sui siti di mezzo mondo.

Huawei Nova 4: pochi dettagli

C’è da aggiungere che lo smartphone è comparso in modo abbastanza veloce in Tv, ed è stato difficile per chiunque scorgere ulteriori dettagli. Unica certezza è il foto nella parte alta del display, dove è incastonata la fotocamera frontale. Praticamente impossibile dire altro. Di certo si tratta di uno smartphone abbastanza generoso nelle misure, e il display potrebbe essere un LCD e non OLED. Ma ulteriori dettagli emergeranno nelle prossime settimane, quando anche Samsung potrebbe rivelare il suo smarpthone col buco frontale. Un modo per dire addio al notch, insomma, è stato trovato. Ed è molto probabile che segnerà il nuovo trend dell’industria degli smartphone.