kirin os huawei android sistema operativo

Dopo iOS e Android, il mondo del mobile potrebbe conoscere presto il sistema operativo di Huawei. Il colosso cinese, alle prese con le grane dovute all’offensiva di Donald Trump, sta studiando una strategia molto interessante riguardante proprio un OS proprietario. Un modo che renderebbe ancora più autonoma un’azienda che, negli ultimi anni, ha scalato a gran velocità le classifiche di vendita di smartphone nel mondo. Oggi Huawei insidia la leadership di Samsung, e in alcuni mercati ha già superato Apple. Un sistema operativo proprietario, chiamato Kirin Os, potrebbe essere la nuova carta.

Sistema operativo Huawei: Kirin OS

Va detto che dell’ipotesi che Huawei stesse studiando un sistema operativo proprietario se ne parla da tempo. Le indiscrezioni si sono rincorse molte volte negli ultimi mesi. E quando qualche mese fa la casa cinese ha presentato uno smartwatch con Os proprietario (e non Android) qualcuno ha storto il naso. Ma la strada potrebbe essere tracciata. Ora uno dei VP della divisione prodotti di Huawei, ha scritto sulla piattaforma cinese Weibo che all’interno di Huawei «È in corso di sviluppo» un proprio sistema operativo per l’utilizzo su smartphone. Un annuncio più o meno ufficiale che arriva nel mezzo della tempesta per le accuse di Trump.

Huawei meglio di Apple

Intanto ricordiamo che nel secondo trimestre di questo 2018 Huawei ha superato nelle vendite Apple. Secondo gli analisti di Idc, il produttore cinese ha messo in commercio 54,2 milioni di smartphone contro i 41,3 milioni della casa di Cupertino. E l’obiettivo del colosso di Shenzhen è quello di arrivare a 200 milioni di smartphone venduti a fine 2018. Una crescita incontrastata che ha Samsung nel mirino. Una corsa che ora potrebbe trovare una variabile molto interessante sul suo percorso: un sistema operativo proprietario. Un eventuale Kirin Os piacerebbe ai consumatori legati ad Android? O potrebbe trattarsi un passo falso da parte di Huawei. Difficile dirlo, al momento. Tutto dipenderà da quanto i cinesi saranno bravi in ambito software. Un compitino niente male.