google pixel 3xl

Google Pixel 3XL è senza alcun dubbio un top player, per dirla alla Jose Mourinho. Il nuovo smartphone #MadebyGoogle, prodotto interamente dalla casa di Mountain View, si posiziona dritto dritto fra i top di gamma della galassia androidiana. Per specifiche, prestazioni e anche per… prezzo. Quest’anno Google ha puntato anche su una station di ricarica wifi molto di design, che ricarica il Pixel in poco più di un’ora (si chiama Stand ed è acquistabile a parte)

google pixel 3xl
Google Pixel 3 XL e Google Pixel 3

Ma com’è questo Pixel 3 XL? Lo abbiamo testato per qualche giorno per poter esprimere un primo giudizio. E le impressioni sono varie.

Cosa è rock

Il Google Pixel 3 XL ha un gran bel display. La potenza dell’Oled viene sprigionata in tutti i 6,3 pollici, e fa la sua figura. Sorprendete è la fotocamera, nonostante sia una sola. Già, proprio mentre i produttori di smarpthone si affannano a cercare l’innovazione aggiungendo fotocamere su fotocamere sulla scocca posteriore, Google dà la prova che una basta e avanza. Grazie all’intelligenza artificiale e al lavoro del software. È rock anche la gestione della batteria, con un’opzione chiamata Batteria adattiva (da attivare) che imposta alcuni parametri sull’utilizzo. Buone impressioni anche dal comparto audio: la decisione di mantenere i due altoparlanti (uno in basso, uno in alto) paga. E funziona. Bella anche la trovata della doppia fotocamera anteriore, che grazie al grandangolo, con un tap ci evita tanta fatica quando proviamo a fare un selfie di gruppo e non ci stiamo tutti. Ora è semplicissimo.

Cosa è lento

Non c’è un face id. Google Pixel 3 XL non può essere sbloccato col viso, ma solo con il finger print (posizionato sulla scocca posteriore) o con il classico codice. E questo sa un po’ di vecchio. È lento anche il notch: troppo accentuato. Due millimetri meno spesso sarebbe stato perfetto. In definitiva, poi, non ci ha convinto il design, troppo uguale a quello dello scorso anno, nonostante i materiali adottati siano molto piacevoli al contatto.

google pixel 3xl

Unboxing

Ma cosa c’è nella scatola di Google Pixel 3 XL? Un buon caricabatterie per la carica veloce (con alimentatore da 18 watt), alcuni adattatori (anche quello per trasferire tutto da uno smartphone all’altro), e poi delle performanti Google Pixel EarBuds (cuffie con filo).

Le caratteristiche hardware

Display: 6,3 pollici, 1.440 x 2.960, 523 ppi, 18.5:9, HDR, Gorilla Glass 5
Processore: Snapdragon 845
GPU: Adreno 630
RAM: 4 GB
Memoria Storage: 64/128 GB non espandibile
Fotocamera anteriore: Dual-cam, 8 MP f/1.8 + 8 MP f/2.2, video Full-HD 30fps
Fotocamera posteriore: 12.2 MP f/1.8, OIS, dual LED flash, video 4K 30 fps
Batteria: 3.430 mAh
Connettività: Bluetooth 5.0, Wi-Fi ac dual-band, GPS A-GLONASS Galileo, NFC
Sistema operativo: Android 9.0 Pie
Dimensioni: 158 x 76.7 x 7.9 mm
Peso: 184 grammi
Colori: Nero, Bianco, Rosa

Il prezzo

Infine il prezzo. Google Pixel 3 XL è sul mercato a 999 euro nella versione con 64 Gigabyte di storage. 1.099 euro, invece, per quella da 128 Gigabyte.